Una chiacchierata con Lele Blade

Qualche giorno fa abbiamo avuto l’onore e il piacere di Intervistare Lele Blade, frescho della uscita del suo nuovo lavoro Vice City, abbiamo potuto scambiare 4 parole sia sul presente dei lavori sia sul futuro artistico.

  1. Alessandro, in arte Lele Blade, stiamo parlando sicuramente non di un emergente della scena, ma di un ragazzo che già dai primi pezzi ha saputo ritagliarsi il giusto compromesso tra hype e riconoscenza da parte dei fan, ora fuori con il nuovo progetto Vice City, come sta andando? Quale riscontro hai avuto?
      Sta andando bene, sto avendo degli ottimi riscontri da parte dei fan e sono stati tutti felici di riascoltare la mia musica, nonostante l’uscita di questa disco non sia poi così distante dal precedente… hanno voglia di ascoltarmi!


  2. Vice City sembra l’emblema di un disco votato alla scorrettezza, ma nella tracce possiamo trovare fluidità e un filo conduttore con il tuo background musicale. C’è qualcosa che lo lega a Ninja Gaiden o questo è un ep di maturazione diverso? In alcune sfumature dell’album c’è qualcosa che lega “Vice City” a “Ninja Gaiden”. In particolare c’è un pezzo, “Un attimo” ft Luchè, che è collegata a “Nuje”, contenuta nel disco precedente. Ho adottato un altro metodo di scrittura, molto più istintivo.


  3. I vari feat impreziosiscono ma non snaturano mai l’album, l’emblema dell’unione di due artisti si può notare nella traccia con Gemitaiz, dove si può distinguere benissimo la miscellanea artistica che state imprimendo alla base; come ti sei trovato a collaborare con Gem e Luchè ? Scontato che con Vale Lambo ormai ci sia un rapporto di fratellanza anche artistica, ma ogni traccia vi arricchisce artisticamente tutti e due, cosa ci riserva il vostro futuro artistico insieme?La collaborazione con Gemitaiz, nonostante non lo conoscessi molto bene, è stata molto naturale. Gli ho semplicemente fatto ascoltare il pezzo tramite un amico comune e lui ha subito accettato. Con Luchè ho sempre desiderato poter collaborare, sono sempre stato un suo fan. Per quanto riguarda Vale non voglio spoilerarvi nulla


  4. Essenzialmente hai uno stile molto diverso da quello che sta spopolando ora (grazie a Dio) e hai prodotto un Ep (roba che sta riprendendo popolarità dopo un passato glorioso). A cosa si ispira l’artista Lele Blade quando compone? Invece a cosa si ispira Alessandro, cosa ha portato Alessandro a scrivere in questo modo? Lele è Alessandro. Mi ispiro alle mie esperienze ovviamente. Non riesco a copiare un genere, a livello musicale, neanche se volessi provarci.


  5. Sei campano, lo è Luche e lo sono Young Snapp e Vale Lambo, cosa offre oggi la tua zona ai ragazzi che vogliono uscire da certe situazioni con la musica? Basta davvero crederci per farcela? Sicuramente crederci ti porta già ad un buon risultato, ma il talento non è da sottovalutare nonostante la gente pensi che per fare rap non serva.


  6. Sei giovane, sei bravo, hai feat con gente pesante della scena e sei sotto major, cosa vorrebbe di più Lele Blade che ancora non ha avuto? Forse una stabilità mia interiore, anche se può sembrare banale.

  7. Cosa ci riserva il futuro per Lele, abbiamo visto che eri in studio con Skinny, ci dobbiamo aspettare qualcosa di grosso a breve?
      Dovete sempre aspettarvi qualcosa, effettivamente stiamo lavorando a diverse cose.  


  8. I Lettori di Clubhiphop ti salutano e si aspettano di vederti in tutta Italia a spingere la tua musica perché sei un artista di talento. Hai già un calendario di date per l’estate dove spingerai Vice City? ) Si, estivo, in Campania e non solo. Seguite il mio profilo Instagram perché sono in continuo aggiornamento!

Autore dell'articolo: clubhiphop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *