Rocco Hunt, al secolo Rocco Pagliarulo, è una delle voci più influenti e carismatiche del panorama musicale italiano. Nato a Salerno nel 1994, il giovane rapper ha conquistato il cuore del pubblico grazie alla sua abilità nel raccontare storie di vita quotidiana, speranze e difficoltà con una sincerità disarmante e uno stile inconfondibile.

Dalla vittoria a Sanremo Giovani nel 2014 con “Nu juorno buono”, Rocco Hunt ha continuato a evolversi, collaborando con numerosi artisti di spicco sia del panorama italiano che internazionale. Tra le sue collaborazioni più celebri, spiccano i nomi di Clementino, Neffa, Boomdabash, J-Ax e il duo franco-italiano Bigflo & Oli, con cui ha registrato il singolo “Chiove”. Queste partnership hanno arricchito il suo sound, mescolando rap, pop, reggae e influenze mediterranee in una miscela unica che riflette la sua identità culturale e artistica.

Nel corso della sua carriera, Rocco Hunt ha sempre utilizzato la sua musica come un mezzo per veicolare messaggi sociali e personali. I suoi testi trattano tematiche profonde come l’immigrazione, la disoccupazione giovanile e le ingiustizie sociali, ma non mancano mai di includere una nota di speranza e ottimismo. Con canzoni come “Se tornerai”, “Wake Up” e “Nuova luce”, ha dimostrato di saper emozionare e far riflettere, mantenendo sempre un contatto autentico con il suo pubblico.

In un recente incontro con la stampa, Rocco Hunt ha condiviso alcune riflessioni sulla sua carriera, le sue collaborazioni e i progetti futuri. Le sue parole, come sempre, sono state un misto di passione, realismo e visione, caratteristiche che lo hanno reso una figura amata e rispettata nel mondo della musica italiana.

Continua a leggere per scoprire le frasi più significative di Rocco Hunt, i retroscena delle sue collaborazioni più celebri e le sue prospettive per il futuro. Un viaggio affascinante nel mondo di un artista che, con il suo talento e la sua umiltà, continua a lasciare un’impronta indelebile nella scena musicale italiana.

Le migliori frasi di Rocco Hunt

1. “A’forza mij so e delusion
 A’sofferenza fa o’talent
A’musica s’ò è sensazio’n” (‘A Verità, Pane e Rap)

2. “O’muccus è crisciut mo v’ò piglià tutt cos” (‘A Verità, Pane e Rap)

3. “Tra nuij e l’or sta n’abiss sul pcchè ciamm mi’s a passio’n
 E nun cuntam’m strunza’t nd’è disc” (‘A Verità, Pane e Rap)

4. “E’ver Hip-Hop e l’agg fatt a ‘trirc’ ann’
Chi m’stà criticann stu flow so sta sunna’n” (‘A Verità, Pane e Rap)

5. “Magg mbarat a nu’da giudizij affrettat
Pcchè l’apparenz n’gann e spiss vot song o’ risultat” (‘A Verità, Pane e Rap)

6. “Ij c’so nat p sta merd e nun’ so’ nat’ p per’d” (‘A Verità, Pane e Rap)

7. “Il sogno italiano non è un sogno lontano
E che futuro immaginiamo se non ci emancipiam
Schiavo di una nazione che insegue una banconote
Che purtroppo non è sua perché appartiene all’Europa” (‘A Verità, Ho scelto me)

8. “Un altro giorno a fingermi più grande, è ridicolo
Se da grande, un giorno, poi rimpiangerò quando ero piccolo” (‘A Verità, Ho scelto me)

9. “Sputare dove mangiavi
Ora che sei esattamente ciò che odiavi” (‘A Verità, Ho scelto me)

10. “Se bevo tanto è soltanto per non ricordarmelo
Che i buoni se ne vanno e questi infami li risparmiano” (‘A Verità, Ho scelto me)

11. “La penna mi confessa, unica amica quando tutto cessa” (‘A Verità, Ho scelto me)

12. “A vocc bev, o core soffr e man scrivn” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

13. “Quanta frat can c stann affianc a me rint a vittorij
O patatern sa pigliat e a voc a mij can’t p lor” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

14. “Sta vit nun t ra certezz si vien ro nient
Ormai è n’imper, stong cu chi over enn rimast n’to tiemp” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

15. “Chi ma rat o pan, me diventat pat 

    Chi ma rat o sang, me diventat frat” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

16. “A quarant ann nun vuless asci a impazzì rind a nu punto Snai” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

17. “A durc ann che cumpagn e primm tir
A vint ann ta dumand: ‘Ma a ro cazz viv?’ sta razz è cattiv
Chi e ten nun t fa ben, fra e ne vo chiu assaij
O stat t ncaten e cu nun stipendij nun cia faij” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

18. “C’hann rat a fede pe c fa sentì protett
Convint ca Gesù e perdon pur si so gent e mmerd” (‘A Verità, Il sole tra i palazzi)

19. “Quando ti parleranno male del mio Sud
Tu rinnega tutto e falli scendere qua giù” (‘A Verità, Vieni con me)

20. “Che tranquillità
Cellulari spenti e cuori aperti
Spegni i social ed accendi i sentimenti” (‘A Verità, Vieni con me)

21. “I bambini con i castelli di sabbia
Insegnano agli adulti a distruggere i castelli di rabbia” (‘A Verità, Vieni con me)

22. “Mi parlava dei suoi sogni e non della sua malattia
La porterò nel cuore, fine della storia, amate chi vi ama, può essere l’ultima volta” (‘A Verità, Tutto resta)

23. “Non ero come gli altri
Lo capì semplicemente dai miei sguardi
Le parlavo dell’ hip-hop e del mio sogno nel cassetto
Mi rincuorò dicendo un giorno tu farai un concerto” (‘A Verità, Tutto resta)

24. “Amiamo con la testa per non starci male” (‘A Verità, Tutto resta)

25. “La classica ragazza seria che sa ciò che vuole
Quella che non te la dà, se si affeziona ti dà il cuore” (‘A Verità, Tutto resta)

26. “Il suo viso, le sue labbra, la sua intelligenza
Mi innamorai dei suoi discorsi non dell’apparenza” (‘A Verità, Tutto resta)

27. “Un ragazzo di strada è sincero nel letto
È devoto al denaro è fedele agli amici” (‘A Verità, Giovane disorientato)

28. “A parte l’infame sugli altri da dire c’è poco” (‘A Verità, Giovane disorientato)

29. “Salgo sul palco, voglio stare in alto!” (‘A Verità, Giovane disorientato)

30. “18 anni il mondo è nostro, gli occhi nel locale
Il buttafuori addosso, ho mille tatuaggi senza inchiostro
Esser grandi senza esser grosso” (‘A Verità, Giovane disorientato)

Na regina vò a nu re, sì, ma ‘o re tene n’impero
E pe cumbattere ‘e nemice ‘n”a vede pe juorne intere
Essa se sente trascurata, ma ‘a fore pare invincibile
Chissà addò trova ‘a forza ‘e se crescere n’atu principe (Che me chiamme a fa?)

Mannagg a me ch’ m’annammor
E’ tutt e’ vot cà m’guard e cà m’parl accusì
Staser gir rind a’ machin finchè nun t’ trov
So capac e’ chiammà pur a tutt’ e’ cumpagn toj (Stu core t’apparten, Libertà)

Chillu criaturo ca scriveva ‘e poesie dint’’o bus
Mo sta cuntanne nu milione e nun parla d’’e views (Ngopp’A Luna, Libertà)

Me hanno ditto ca pe’ te nun so’ buono
Vonno ca staje buono, ma mai mejo ‘e loro (Ngopp’A Luna, Libertà)

A quante cose ho rinunciato, per stare con lei
Tutte quelle storie assurde, non le rifarei (Cuore Rotto Nfam’ Version, Libertà)

Tu sei così bella
Sei protagonista
Tra mille comparse (Benvenuti in Italy, Libertà)

Nun è giusto ca te ne si jut e me lasciat a sul sott a sta tempest
Tu si stat brav che parol ma se port o vient pe me cont o gest (Nun E’ Giusto, Libertà)

O comun a nuij ce lev e fuoc
E chianu chian pur e tradizion
Po c’abboff e centr commercial
Pcchè vuij campat appalt e corruzion (Nun E’ Giusto, Libertà)

Sti criatur stann catturat pcchè già a 10 anni tenen n’iPhone
Nuij criscevm ca fantasij
Mentr chisti ca già sapn ‘tt cos (Nun E’ Giusto, Libertà)

Vec a nu pat int o centro scommess
E a dignità corr appriess o cavall
Vec a na nonn ca preg int a mess
O pret che parl, cont roij pall (Nun E’ Giusto, Libertà)

Pe me nun è giusto ca rassegnazion
Loc è a primma cos ca te mpar a scol

Si sti sold, fra’, so fatt e cart
E a vuij nun cost nient pcchè n’e stampat? (Nun E’ Giusto, Libertà)

Pat trascurn figl ca crescen sul, mpazzut, sbandat
Chi fa abbundunà na famigl
Pe me nun è n’omm è sultant nu nfam (Nun E’ Giusto, Libertà)

M’addumand quas tutt e juorn
Ca cuscienza sporc comm pigl suonn (Nun E’ Giusto, Libertà)

Questo mondo di grandi bugie
Sta ammazzando le nostre poesie (Grande Bugia, Libertà)

Quanti bagagli imbarcati nel viaggio della speranza
Ti aspetterò lì dove il bene non conosce distanza (Grande Bugia, Libertà)

Abbiamo fatto l’amore ma senza cuore nel corpo
(Grande Bugia, Libertà)

Ho una collana d’oro giallo
Ed ogni grammo mi ricorda quelle notti
Quando ho pianto senza Cristo affianco (Grande Bugia, Libertà)

Da quel giorno ho capito che se volevo vendetta
Avrei dovuto cambiare pensando solo alla vetta
Chissà che fine avrà fatto
Pensa se ascolta sto pezzo
Capisce quella volta che il ragazzo si è perso (Grande Bugia, Libertà)

Si bell pcchè si over rint a nu munn che è fint e a gent nun s’apparten (Libertà, Libertà)

nun me serv a cullan, machin ross e denar
So crisciut orgoglios cu pochi cos essenzial

Perciò nun vogl ostentà pe me è question e rispett
Pur si c’agg fatt teng e cumpagn int a merd (Libertà, Libertà)

Nu futur divers rest ‘tt chell che vogl
Vogl ca figlm a trent’ann pens: “Paptm è n’omm”
So divers ra vuij ca v’attiggiat a tronist
Mill femmn attuorn ma arint si sul e trist (Libertà, Libertà)

Chella stronz me lasciai, ce rimaniett mal
E si te ric cu chi sta rir pe na settiman (Libertà, Libertà)

So cuntent che vnut chesta ser
M dimostr overament ca c tien ancor
E ca nun e cancellat chelli fot
Ruj criatur ca s vasn pa primma vot (Nun Me Vuò bene Cchiù, Libertà)

Quanti storij vann annanz pe sord
Ma po quand è fernut tutt e promess s scord (Nun Me Vuò bene Cchiù, Libertà)

Chianu chian m’hann rutt o cor a mill part
Percio’ nun m fid chiu’ manc e l’ombra mij
Chesta gent ca m parl mentr sto distratt
Facc fint e nient e nun vogl capì (Nun Me Vuò bene Cchiù, Libertà)

Sai cosa mi accomuna a questa terra
Che purtroppo la mia faccia mostra i segni della guerra
Conquistata e saccheggiata da tutti
A star sul precipizio ti ci abitui o ti butti giù (Discofunk, Libertà)

Tutto passa ma, tu non passerai
Il cuore incassa ma non lo dice mai (Se Tornerai, Libertà)

Volavamo con la fantasia perché ci avevano legato mani e piedi (Se Tornerai, Libertà)

Sono uno sfigato che soffre d’amore e che lo dice pure dentro i pezzi
Innamorarsi è fuori moda, nelle vetrine hanno abbassato i prezzi (Se Tornerai, Libertà)

Quelle volte che ti ho urlato basta
In realtà volevo dirti resta (Se Tornerai, Libertà)

Quand m manc nu cunsigl e t vuless vre
Percio’ a vot t sonn
T ric chell che prov (Buonanotte Amò, Libertà)

Rimm tu che n’agg fa e sta gent
Ca m fa pur a facc sorrident
Senza sape che a guerr a teng a rint
Sto improvvisann nu sorris fint (Buonanotte Amò, Libertà)

Si chelli vot ca cercav a te
Ij te nguntrav semp rint ‘e ricord (Buonanotte Amò, Libertà)

Ij aropp a te to giur nun vogl chiù a nisciun
E cos ca me riv nun me da nisciun
‘O core aropp e te nun ‘o cacc pe nisciun (Nisciun’, Libertà)

Nun te ric proprij nient e nuov
Me conosciut quann stev a ‘pper
Mo me stai affianc ‘nta nu Range Rover (Nisciun’, Libertà)

Mo ca stong for se vonn fa na fot
Lor fann e storie, ij vogl fa a storia (Nisciun’, Libertà)

O sai ca si putess fermà ‘o tiemp che man
Turnass aret a quann asciv pazz pe me (Nisciun’, Libertà)

Primm e giudicà ogni cos ca facimm
Piens a chell c’amm fatt, piens a nujo aro nascimm (Street Life, Libertà)

Facc a vit ro dottor ma facenn ‘o rap (Street Life, Libertà)

O disc nuostr pes troppi gigabyte
Ca se sta bloccann pur spotify (Street Life, Libertà)

Quantu tiemp agg sunnat pe ave chell che teng
Ma rimang semp loc e teng e ppier pe terra (Street Life, Libertà)

Ngopp o camp vincimm e si cocc vot perdimm
Senza problem ce ‘ccattamm proprij comm fa a Juve (Street Life, Libertà)

Aspiett che pass a tempest
Sultant si schiov se veren e stell (Street Life, Libertà)

Sud, salva sti guagliun
Trovace na cur
Ramm’a soluzione pa’ sciarì ‘ndo buio
Fuje‚ nun pensà a nisciun’
Si ‘o vói sape’ sta lun’ è sul’fumo e niente cchiù (Maledetto Sud, Libertà)

‘O ssaje teng paura ‘e chi s’arrobb’a vita e ‘a venne (Maledetto Sud, Libertà)

Ho una cosa da dirti da tempo
Ma non ho mai trovato il momento
Potrei farlo qui, non mi importa se
Questa gente mi guarda ridendo (Ti volevo dedicare, Libertà)

Giro o’ munn e cerco semp casa mia
Arò m’ serv poco e nient pe sta bben e nun suffrì (Nun Se Ne Va, Libertà)

Quando ti senti zero, ti chiamano straniero (Nun Se Ne Va, Libertà)

Vengo da dove il mare scende dai palazzi (Nun Se Ne Va, Libertà)

Da bambini volevamo solo andare via
Con le scarpe bucate e le facce pulite (Nun Se Ne Va, Libertà)

Quante volte ho pensato era quella giusta
‘Na cosa rotta è difficile che si aggiusta (Mai Più, Libertà)

Vorrei uccidere quel mostro che tormenta mio zio
Si dispensa dagli abbracci perché sanno di addii (Mai Più, Libertà)

I miei fratelli fanno impicci e non è divertente
Per gli spicci fanno pacchi alla gente
La macchina che arriva prima della patente
Forse non sarà giusto
Ma di giusto qui giù non ci trovo più niente (Mai Più, Libertà)

Quanto sto bene a vederti contenta
Quando alla radio passano tuo figlio
Vada come vada già siamo leggenda (Mai Più, Libertà)

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *