Connect with us

Emergenti

Rubrica Emergenti; Ecco Smiscio, dalla Sardegna tanto talento e voglia di rivincita

Published

on

Nazgul Smiscio a.k.a Lorenzo Miscera, rapper di Siniscola (Nu), in Sardegna.

Sin da piccolo affascinato da poetica e letteratura, e fortemente condizionato da un carattere timido e introverso, muove i primi passi nella stesura in rima già ai tempi delle scuole elementari, per poi concretizzare il suo spirito e sfogo artistico nella musica trovando una totale dimensione nell’hip-hop. 

Il primo approccio verso il mondo hip-hop risale al 2005, quando appena 13enne resta affascinato dalla breakdance della ”Zip Crew” di Siniscola, rinomata dal talento di b-boy Snake (Gabriel Bellu), purtroppo poi venuto a mancare, e da dj Shark (Daniel Fais) che 11 anni dopo sarebbe diventato il suo dj e compagno di viaggio. Il nome Smiscio prende forma nel 2012, quando l’artista si espone per la prima volta al pubblico collaborando con la Cronaca Nera, collettivo hip-hop nuorese. Inizia così un percorso amatoriale fortemente criticato per la diversità e il pregiudizio verso un’arte troppo spesso stereotipata sul cattivo esempio, quando la stessa risultava solo lo strumento di mediazione per dei ragazzi che raccontavano storie. 

Nel 2014 Smiscio scalda per la prima volta il microfono del FolkStudio di Oristano, dove sotto lo pseudonimo di Nazgul (tendente a rappresentare le sue parti cattive) registra ”Spiragli di buio”, percorso autobiografico e introspettivo composto da 8 brani.

Passano gli anni tra battle freestyle, scrittura di nuovi inediti e collaborazione locali.

Durante tutto il 2018 scrive e compone nuove canzoni, si esibisce in alcuni showcase e a settembre firma per la neonata etichetta “Bianca Dischi”. 

“Dimmi Com’è” è il primo singolo del suo nuovo corso, prodotto da Noia e mixato da Roberto Macis (ha lavorato, tra gli altri, con Salmo, Rocco Hunt, Jake La Furia, Luchè, Clementino, Entics) uscito venerdì 26 ottobre 2018 su YouTube con un videoclip girato e diretto da Alessio Spanu. 

Sul finire del 2018 e nei primi mesi del 2019 Smiscio scrive e produce, insieme a Venom e Lucky e sotto la supervisione e il mix di Roberto Macis il suo primo Ep intitolato “CORE”. 

L’Ep viene anticipato da due videoclip, “Street Life” feat. Leschio (rapper cagliaritano) e “Tutti Fanno Trap” usciti rispettivamente ad aprile e luglio 2019. 

“CORE” esce per Bianca Dischi distribuito Artist First il 20 settembre 2019. 

Ecco l’intervista di ClubHipHop a Smiscio

La presentazione è sempre la parte più dura di una intervista, ma puoi presentarti ai nostri lettori di ClubHipHop senza grosse paure.

Ciao a tutti, sono Lorenzo in arte Smiscio, sono un ragazzo sardo come tanti, niente più niente meno. Mi faccio il mazzo ogni giorno e spero che la mia voce arrivi a qualcuno, non tanto per fama e milioni ma perché qui non ci ascolta nessuno. 

Cosa ti ha avvicinato al mondo del rap? Quale attitudine ti tiene vicino a questo mondo?

Mi sono avvicinato alla musica con la scrittura: scrivere è il mio modo di esistere e di essere me stesso. Scrivere è sempre stata l’unica valvola di sfogo, come chi tira pugni ad un sacco o chi beve fino a tardi. Mi ispira la vita vera, zero immaginari fantastici o macchine inesistenti degli emergenti che tanto, vanno tutti a piedi.

Domanda provocatoria, oggi va molto di moda farsi scrivere le canzoni da altri, un pò come il mondo pop che è composto da pochi autori e da molti interpreti, cosa ne pensi di chi si fa scrivere le canzoni rap?

Non penso a loro, non mi interessano. Ho già da grattare i miei casini, figuriamoci pensare a chi vuole fare il tronista con la musica.

A novembre è uscito il paese delle stellle, cosa ci aspetta il futuro di Smiscio?

Arriveranno nuove canzoni e nuovi progetti. Spero di portare tutto sui palchi, spero che la gente non senta ma, ASCOLTI.

Quali saranno i prossimi appuntamenti con la tua musica? Lascia un saluto ai lettori di ClubHipHop

Se per prossimi eventi intendete “live” non ne ho idea, quello dipende da voi. Sicuramente sulle piattaforme, tra YouTube, Spotify e via dicendo. Bolle qualcosa in pentola, spero sia buona la minestra. Un saluto ai lettori di ClubHipHop, buon ascolto, in caso contrario vaffanculo. 

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Emergenti

“MXLLY+” il nuovo singolo del giovanissimo cantante e produttore FEAR 

Published

on

“MXLLY+” è il nuovo singolo di “fear” in uscita il 23 Settembre distribuito da ADA Music Italy

“MXLLY+” rappresenta l’inizio della carriera da solista di fear: un brano dalle sonorità Rage, Trap e Hyperpop.
Un prodotto nuovo, elettronico ed energico.

Il giovanissimo artista classe 2006 ha raccolto tutte le delusioni e la tristezza di un periodo della sua vita, comprimendole in un vortice di emozioni, malinconia e rabbia, espresse nella canzone, tramite distorsione e voci squillanti.


L’energia che intende esprimere l’artista, è la stessa accumulata e oppressa durante il periodo di Lockdown, che ha segnato molto emozionalmente e artisticamente quest’ultimo.


“MXLLY+” raffigura la voglia di far saltare l’ascoltatore, di agitarsi, ballare (“Moshpit!”), di non pensare agli aspetti più tristi della vita, e di ritrovare tutta la forza che, nei momenti peggiori, si perde.
Sostituire la mancanza di una persona per curare il dolore provocato dalla sua perdita, con un ricavo materiale, è simbolo di rivincita: con questa traccia l’artista intende sottolineare come da alcune delusioni, se ne possa trarre beneficio.
Cioè che ti fa male, alla fine, ti fa bene.

Continue Reading

Emergenti

“Apollo XI: Land of the Alpacas”: il suono alieno del primo album dei Grime Spitterz

Published

on

Dal 9 settembre 2022 è disponibile su tutte le piattaforme di streaming “APOLLO XI: LAND OF THE ALPACAS”, il primo album dei Grime Spitterz.

“Apollo XI: Land of the Alpacas” tradotto letteralmente “lo sbarco degli alpaca”, indica la volontà di far approdare nello stivale dei generi musicali ancora poco esplorati. Apollo XI invece, come sappiamo, è la missione che portò i primi uomini sulla luna, lontani dalla terra dove hanno mosso passi per tutta la vita, lontani da ogni comfort zone. Destinazione finale? un posto mai calcato prima d’ora. Quale migliore retorica per mostrare l’intenzione degli artisti nello sviluppare un sound in contrasto con i trend dominanti.

“Apollo XI: Land of the Alpacas”  non è ancorato ad un unico genere mantenendo l’esplorazione e il crossover come punti di partenza. Il progetto inizia con una intro cinematografica ad intendere l’arrivo degli Alpacas, con un mix di suoni spaziali apocalittici e vocals veri e propri dell’animale originario del Sud America.

Contando anche il remix a cura di IKB, all’interno dell’album possiamo trovare 4 tracce Garage, “Mind The Gap” e “N.C.L.A.” più di nicchia, più acide, composte da suoni meno comuni e vicini a quelli più tipici del genere. Aumentando i BPM si passa per uno dei cavalli di battaglia del gruppo, “Straight Outta Rome” che insieme a “Babajaga” rappresentano le sfumature più Jungle di Apollo XI.

Tutti i brani dell’album sono ricchi di contaminazioni al tal punto da non poter fare associazioni specifiche: è possibile ritrovare elementi riconducibili alla Grime, alla Trap, alla Drill e via dicendo. Tra i brani crossover con più sonorità prese in prestito da diversi stili troviamo “Odi et Amo”. La produzione elettronica di questo brano consentiva di spaziare molto, anche se si è preferito procedere in modo molto più conscious.

Il Producer e mix Engineer del gruppo romano vanta numerose collaborazioni di livello, sia nelle fasi di produzione che in fasi di mixaggio, l’artista ha di fatti mixato e masterizzato il secondo e terzo capitolo della celebre saga di Dead Poets, album del produttore Dj Fastcut. Quest’ultimo presente nell’album Grime Spitterz con la produzione di Straight Outta Rome, coadiuvato dallo strumentista Fabio Alessi in arte Dad Poet.

Continue Reading

Emergenti

“Roof Top”: il video del nuovo singolo di Seck in Anteprima

Published

on

Dal 29 luglio 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Roof Top” (Platinum Label) feat. Amill Leonardo, il nuovo singolo del producer Seck.

“Roof Top” è un brano che racconta le difficoltà dell’amore secondo diversi punti di vista. Seck e l’artista Amill Leonardo hanno lavorato su melodie che sposano in modo innovativo la produzione, la prima del progetto del Producer dove darà vita a diversi lavori con artisti affermati ed emergenti, caratterizzati da nuove sonorità Urban, dal Pop-R&B all’Indie. Ad ogni collaborazione effettuata con il Producer Seck ci sarà annessa una pubblicazione di NFT studiata ad hoc per dare la giusta importanza ad ogni singolo artista. La Platinum Label ufficializza l’ingresso nel campo degli NFT proprio con questo progetto. 

Nella vendita del NFT è stato deciso, oltre che l’ArtWork del singolo “Roof Top”, di aggiungere la stampa fisica dell’ultimo album di Amill Leonardo “CELINE”, realizzato e seguito da Seck.

Spiega il Producer a proposito del brano: “Essere umili non vuol dire essere insicuri, ma puntare al piano più alto di un Roof Top vuol dire raggiungere i propri obiettivi”.

Ascolta ora il brano Roof Top – Seck (orcd.co)

Nel videoclip si gioca sull’immaginario imponente che dà un Roof Top, caratterizzato dalla sua altezza in cui ogni singolo piano sarà collegato a delle scene, che rappresentano i vari step della vita che ogni persona attraversa, dall’essere bambino ed infine adulto.

Instagram | Spotify

Continue Reading

Trending

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.