Connect with us

Nuovi Album

Salmo pubblica “Flop” il nuovo album

Published

on

Dopo tre anni dall’ultimo album “Playlist” torna Salmo in grande stile, il nuovo album “Flop”, con un titolo volutamente provocatorio in un momento di dolcezza nella pubblicazione di album che si “devono” per forza sposare con il gusto della gente.

17 tracce, che vi portano in una immersione di Salmo per 46 minuti e 14 secondi, un album che ha dato spazio pesantemente a Salmo in un momento dove le nuove leve riempiono gli album di featuring per alzare le vendite e pompare i numeri.

La provocazione è sicuramente iniziata da qualche settimana e finisce nella pubblicazione di questo album che ha tutti i presupposti dell’album perfetto nel momento del ritorno di una musica pesante, musica che riporta le orecchie a 10 anni fà come sonorità e come testi, qualcuno ha definito gli ultimi album dei master della scena il ritorno del “rap crudo“.

Un distacco che sicuramente riporta al centro la musica e le ritmiche e scansa pesantemente la wawe delle tracce da TikToker.

Pochi Feat ed è sicuramente la scelta giusta, sulla traccia troviamo infatti i 3 pilastri del rap Italiano, Guè Pequeno nella traccia YHWH, una base che pompa le orecchie e in un mix magico i due compongono la traccia perfetta.

Marracash lo troviamo nella traccia numero 6, La Chiave con una base piano addicted che si apre con un beat che pompa i bassi delle orecchie, una traccia che porta l’album ad un livello più alto anche se molte citazioni probabilmente non le capiranno gli under 20.

Nella traccia 4, Ghigliottina ci troviamo un Noyz Narcos su una base che ti prende a pugni nei fianchi, se chiudi gli occhi sembra di tornare su un album dei truceklan, la base perfetta e i due ci portano un rap crudo da gustare su una cassa a volume massimo.

“In corsia d’emergenza in tangenziale
Triplo sei nel pentagramma
Adoro il dramma rap, chiedi le hit
Per me era Gel che ha vinto il 2theBeat”

Ghigliottina Salmo Feat Noyz Narcos

Salmo non chiude ovviamente la sezione dei feat nell’album solo con stelle del firmamento rap, porta nella traccia 14, Shari la rivoluzione di Italia got’s talent, nell’Angelo Caduto la voce della giovane promessa ci taglia lo stomaco, la canzone perfetta per piangere amaramente la fine di una storia d’amore o una perdita amara.

Le tracce di Flop, il nuovo album di Salmo sono tutte una manata nei denti, i testi sono profondi e danno la dimensione completa della qualità dell’artista, in “A Dio” possiamo trovare un atto di accusa verso la società moderna, una dichiarazione che difficilmente possiamo trovare sulle barre che ultimamente abbiamo il dover di cronaca di riportare.

Nel disco troviamo anche un collegamento con il passato, il classico volume due che ti porta un filo conduttore che incuriosisce l’ascoltatore, HELLVISBACK 2 merita sicuramente un ascolto per vedere dove si spinge Salmo nel seguito.

In conclusione

L’album è perfetto, si potrebbe anche intitolare “Il ritorno di Salmo o del rap”, il lavoro è veramente fatto divinamente con una ritmica che non annoia mai e non spezza mai il gusto dell’ascolto.

Si sposa sicuramente con il periodo storico sia per le tematiche sia per il ritorno delle sonorità che hanno portato alla ribalta Salmo.

La tracklist Flop

1. Antipatico
2. Mi sento bene
3. Criminale
4. Ghigliottina ( Feat Noyz Narcos)
5. In trappola
6. La chiave ( Feat Marracash)
7. Kumite
8. Che ne so
9. YHWH ( Feat Guè Pequeno)
10. Hellvisback 2
11. A Dio
12. Fuori di testa
13. Marla
14. L’angelo caduto ( Feat Shari)
15. Vivo
16. Flop!
17. Aldo Ritmo

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Nuovi Album

“SEVEN 7oo MIXTAPE”  il primo lavoro della Seven 7oo 

Published

on

La SEVEN 7oo ha svelato sui social la tracklist di “SEVEN 7oo MIXTAPE”, il progetto collettivo della crew di San Siro composta da Rondodasosa, Sacky, Vale Pain, Neima Ezza, Keta e Kilimoney, in uscita il prossimo 27 maggio. 

L’album è la narrazione della Zona 7 di Milano, tra lo Stadio di San Siro, via Zamagna e le case popolari di Piazzale Selinunte: storie di ragazzi con origini e percorsi diversi ma con vite incrociate, tutti nati all’interno dello stesso quartiere e accumunati da una forte amicizia e dalla passione per la musica vista come riscatto. 

Il collettivo è riuscito in pochissimo tempo ad attirare l’attenzione come una realtà mai vista in Italia, iniziando a ottenere l’apprezzamento di artisti e pubblico in tutta Europa. 

A certificare la rilevanza che la SEVEN 7oo ha guadagnato anche oltre i confini nazionali, i featuring d’eccezione presenti nel “SEVEN 7oo Mixtape”.

Nella tracklist spiccano i rapper francesi Gazo (disco di diamante in Francia e in Top 50 su Spotify e in YouTube Trends, che collabora in “Spacciatore”). Si uniscono a lui Freeze Corleone e Ashe 22, capisaldi della drill francese che insieme a Keta e Sacky impreziosiscono il brano “667OO”.  

Rondodasosa torna al fianco di Central Cee dopo la partecipazione al brano “Eurovision”, contenuto nel fortunato album d’esordio numero uno in UK del rapper inglese, su una delle tracce più infuocate del mixtape: “Fuck The Industry”. Ulteriore ospite del progetto è Baby Gang in “Blindo”, che consolida così l’amicizia tra NPT e Seven 7oo.  

In questo album si mescolano non solo drill, ma sonorità che spaziano dal rap alla trap, da atmosfere latin a brani più intimisti, sotto la supervisione artistica del producer Nko

LA TRACKLIST DI “SEVEN 7oo MIXTAPE” 

01 – INTRO (ft Neima Ezza, Nko) 

02 – RUNNING (ft Rondodasosa, Keta, Sacky, Nko) 

03 – NVNSNP (ft Sacky, Neima Ezza, Kilimoney, Keta, Nko) 

04 – RAP (ft Rondodasosa, Sacky, Neima Ezza) 

05 – GANGSTA (ft Vale Pain, Neima Ezza, Sacky, Kilimoney, Nko) 

06 – 667OO (ft Freeze Corleone, Ashe 22, Keta, Sacky, Nko, Dahirvè) 

07 – SEVEN 7oo (ft Rondodasosa, Sacky, Vale Pain, Neima Ezza, Kilimoney, Keta, Nko) 

08 – FUCK THE INDUSTRY (ft Rondodasosa, Central Cee, Nko) 

09 – SABBIE MOBILI (ft Vale Pain, Sacky, Nko) 

10 – BLINDO (ft Neima Ezza, Kilimoney, Baby Gang, Sacky, Nko) 

11 – SPACCIATORE (ft Gazo, Vale Pain, Keta, Nko) 

12 – INTERLUDE (ft Nko) 

13 – AMICO MIO (FREEBENE) (ft Vale Pain, Neima Ezza, Nko) 

14 – DLS (ft Rondodasosa, Samy) 

15 – SKY (ft Vale Pain, Neima Ezza, Kilimoney, Nko) 

16 – PARANOIA (ft Neima Ezza, Sacky, Nko) 

17 – LUNEDI’ (ft Rondodasosa, Vale Pain, Kilimoney, Nko) 

Continue Reading

Nuovi Album

Vero Liricista il nuovo Ep di NOT GOOD

Published

on

È disponibile da venerdì 20 maggio “VERO LIRICISTA” (Epic/Sony Music Italy), il nuovo EP di NOT GOOD, giovane talento della scena hip hop italiana. La raccolta si compone di 7 tracce, di cui 5 inedite,che il rapperha arricchito e reso uniche grazie alla presenza di diversi produttori e di due speciali featuring con Chadia Rodriguez e Vegas Jones.

“VERO LIRICISTA” è un progetto eterogeneo in cui NOT GOOD dà prova di saper padroneggiare artisticamente parole e sonorità. La presenza di più produttori ha permesso all’artista di giocare sia con sound più adrenalinici, talvolta anche latineggianti, che con note più pacate e introspettive, scandite da beat cupi o dalla melodia di un pianoforte. Il filo conduttore che lega ogni traccia è il suo rapporto con la realtà, fatta di momenti difficili, delusioni e disillusioni. L’unico faro di speranza per l’artista è la musica, che gli dà la forza di rimanere in piedi e di lottare per i suoi sogni.

All’interno dell’EP spiccano anche due importanti collaborazioni: Chadia Rodriguez nel brano “Vetri fumé” e Vegas Jones in “Qualcosa Cambia“.

«”VERO LIRICISTA” è un progetto che, come suggerisce il titolo, punta a ridare importanza alle parole in un periodo in cui sembrano pesare sempre meno – dichiara NOT GOOD – L’EP nasce nell’ultimo anno ma racconta più parti della mia vita, in particolare gli episodi più introspettivi e intimi. Con questo progetto vorrei fare capire alle persone che la musica nasce per trasmettere qualcosa, che le parole hanno un peso, e che è giusto usarle nel migliore dei modi senza demonizzarle».

L’EP non poteva che aprirsi con il brano omonimo “Vero Liricista, un pezzo che dà un’immagine reale e sfacciata della situazione che la società sta affrontando, dove si fa molto più attenzione alla forma che alla sostanza e dove si vive di menzogne pur di raggiungere una felicità fatta solo di illusioni.

Segue In una bara, che si presenta come una provocazione alla scena e racconta l’ipocrisia che sempre più invade il modo di agire. Si pensa sempre troppo tardi alle conseguenze delle cose e si è incapaci di dare loro il giusto valore. È un brano che racconta degli alti e bassi che avvengono nella vita, che il rapper affronta guardando con zelo al suo futuro.

Il brano successivo è Vetri fumé, un pezzo energico che acquista maggiore valore attraverso il tocco di femminilità e di grinta di Chadia Rodriguez che, grazie alla sua voce graffiante, evidenzia il testo e il significato del brano.

Radio Malinconia” è invece un brano dal sound morbido, in cui l’artista riflette sulla vita e sull’accettazione della realtà. NOT GOOD scrive un testo che narra la difficoltà di accontentarsi in una società che limita sogni e aspettative sul futuro e che lascia poco spazio d’iniziativa al di fuori di ciò che propone.

L’EP prosegue con Pubblicità, in cui NOT GOOD racconta una sensazione di rabbia e apatia. La prima scaturisce dall’osservazione della realtà, fatta di ingiustizie, di vincitori e di vinti, di quella “pubblicità”che cerca di vendere sogni irraggiungibili per molti. La seconda, invece, si presenta come una sua diretta conseguenza: dopo aver assimilato per tanto tempo le delusioni della vita, si finisce per non provare più niente.

Qualcosa cambia è invece una dichiarazione d’amore. Il rapper, affiancato da Vegas Jones, racconta di come si tenda a rifugiarsi nelle relazioni per evadere dalla realtà che ci circonda, aspettando che qualcosa cambi.

Degna conclusione dell’EP è il brano Come ti pare, che si presenta come uno sfogo sui problemi reali della vita quotidiana, quelli che forgiano il carattere e che, talvolta, contribuiscono a segnare la direzione che prenderanno i rapporti instaurati con gli altri. È un pezzo schietto, che racconta l’amarezza nei confronti della quotidianità e l’insicurezza di un legame romantico.

A impreziosire ulteriormente la tracklist di “VERO LIRICISTA” è la produzione, che si avvale di nomi noti del panorama italiano e internazionale come 2nd Roof, Dirt O’MalleyDrama State, ForeignerSine, The Ceasars e Tigri, che con il loro estro artistico hanno cucito su misura dei suoni in grado di dare ancora più personalità al progetto.

L’EPè pubblicato sotto il cappello di Hateful, la nuova “palestra di talenti” fondata e gestita interamente da Emis Killa che, insieme al manager Zanna, con cui collabora attivamente dal 2008, dà il via a un progetto nato per coltivare le nuove realtà e supportare i giovani artisti più promettenti dello scenario musicale attuale, mettendo a disposizione il proprio know-how e la propria esperienza. Il rapper, icona dell’hip hop italiano, assume quindi il ruolo di guida che, con entusiasmo e spirito di squadra, mette il proprio bagaglio a disposizione degli altri.

Tracklist Vero Liricista:

  1. Vero Liricista (prod. Sine/Dirt O’Malley);
  2. In una bara (prod. Foreigner);
  3. Vetri fumé” feat. Chadia Rodriguez (prod. 2nd Roof/Foreigner);
  4. Radio Malinconia (prod. 2nd Roof);
  5. Pubblicità (prod. 2nd Roof);
  6. Qualcosa cambia” feat. Vegas Jones (prod. Foreigner);
  7. Come ti pare (prod. Drama State/Tigri /The Ceasars).
Continue Reading

Nuovi Album

“Crimi” l’EP di esordio di SIMBA LA RUE

Published

on

Anticipato dai singoli “OPINEL”, “TARANTELLE” e “MASK” che hanno raggiunto oltre 30 milioni di streaming sulle piattaforme digitali, esce oggi “CRIMI”, l’EP d’esordio ufficiale di Simba La Rue. La release è accompagnata dal videoclip del brano “SUITE HOTEL” diretto da Peter Marvu, disponibile dalle 14:00 di oggi su YouTube.

Nel giro di pochi mesi Simba La Rue è diventato uno dei nomi più chiacchierati della scena rap italiana, passando in pochissimo tempo da scommessa a uno dei nomi emergenti con più numeri sulle piattaforme streaming.

Il rapper italo-tunisino classe 2002 ha costruito una fan base solida, grazie ad una produzione costante ben definita dalla sua cifra stilistica. Crudo, esplicito, aggressivo, sempre in bilico tra ciò che giusto e ciò che non lo è: Simba La Rue non vuole essere un esempio, vuole solo raccontare la sua storia e trovare il suo riscatto con il rap. Racconti di cronaca vera, vissuta, in cui poche luci si alternano a molte ombre.

“CRIMI” è un progetto scuro, cupo, che colpisce l’ascoltatore con la forza. Prodotto da Bobo, AVA e Nko, l’album è caratterizzato da un sound in cui la drill è predominante, ma non è l’unica sfumatura presente.

Poche le collaborazioni presenti, ma importanti per il rapper: l’amico di Milano zona 8 Philip, e il rapper francese Fresh laDouille. Una scelta voluta, per lasciare tutto lo spazio alla narrazione dell’autore, che in “CRIMI” permette ai fan di scoprire qualcosa in più di sé e della sua storia, rimanendo al contempo fedele a ciò che l’ha reso uno degli artisti più interessanti della nuova scuola. Credibile fino al midollo, perché per lui non c’è personaggio, c’è solo Simba La Rue. C’è solo “CRIMI”. Prendere o prendere, non c’è lasciare.

Tracklist Crimi di Simba la Rue

1- INTRO+INTRO

2- FEAT. SIMBA LA RUE

3- BENEF

4- BISTURI feat. Fresh laDouille e Philip

5- SUITE HOTEL

6- NOTTE

7- DETTAGLIO

8 – MASK

9 – TARANTELLE

10 – OPINEL

Continue Reading

Trending

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.