La storia dei Club Dogo 2002-2017

Uno dei gruppi capostipite del panorama rap italiano, i Club Dogo sono sicuramente uno dei gruppi che hanno aperto la strada ad una nuova generazione di cantanti, i ” Rapper “, i loro membri Gué Pequeno, jake la furia e il produttore Don Joe segnano tutt’ora l’andamento del mercato HH Italiano, con una presenza statuaria.

Amici da sempre, i Club Dogo danno il via alla loro storia musicale nel 2003, con l’uscita dell’album ” Mi Fist ” che successivamente diventerà pietra miliare del panorama rap Italiano.
Interamente auto-prodotto, ogni pezzo potrebbe diventare disco di platino se prodotto nel 2017, alcuni singoli sono ancora ad oggi un must del fan Hip Hop vecchia scuola, con brani come ” Cronache di resistenza  “, ” La stanza dei fantasmi “, ” Vida loca “, ” Sangue e filigrana “, ” Note killer”, si classifica come uno degli album che hanno spianato la strada alle nuove leve, aprendo la mente ai nuovi ascoltatori di un genere pressoché sconosciuto alla larga massa. Verrà poi ristampato nel 2004, visto l’enorme successo e l’introvabilità della prima stampa.

Penna Capitale, due anni di dj set e concerti.

Due anni di successo, con numerosi dj set ed eventi live porta i Club Dogo a essere conosciuti praticamente in Tutta Italia, aprendo la strada alla uscita del loro 2 album ufficiale ” Penna Capitale “, con la collaborazione  del cantante caraibico Ricardo Phillips, DJ Shocca, Deda (membro dei Sangue Misto), MC Mars, Marracash e Liv L’Raynge. Le basi sono sempre affidate a Don Joe, il produttore del gruppo, coadiuvato dal produttore Italo-Argentino dj Shablo.

Vile Denaro, la firma con la Virgin Music e il Successo 2007.

Il 18 maggio 2007 esce l’album Vile denaro anticipato dal singolo Mi hanno detto che, il disco viene prodotto in uno studio di registrazione professionale, con una qualità nettamente superiore ai precedenti album, ma non è la qualità delle registrazioni a segnare il successo del gruppo, ma i testi taglienti, che provengono dalle penne dei due Mc del gruppo, infatti sia Jake che Guè portano elementi molto crudi, caratterizzati dallo loro stile di vita altamente sopra la norma, tra Alcool e discoteche.

La firma con una etichetta ( Virgin Music ) ha portato con se uno strascico di polemiche nel mondo dei puristi del Hip Hop, con accuse per la svendita di un movimento, fatto di idee culturali e stile di vita. Vile Denaro debutto infatti 11 nella classifica di vendita degli album in Italia,
forti le partecipazioni nel disco di  Vincenzo da Via Anfossi e Marracash, presenti con una strofa a testa in Puro Bogotà.

Mucchio Selvaggio e Puro Bogotà

Lo stesso anno esce il film pornografico Mucchio selvaggio, diretto da Matteo Swaitz e a cui prendono parte anche i Club Dogo. A fine 2007 il trio pubblica il videoclip di Puro bogotà, autoprodotto tra Milano e Budapest e si piazzano al primo posto delle classifiche dei video musicali italiani più visti sul web; iniziano a essere una della band italiane più cliccate di YouTube.

Benvenuti nella giungla, Dogocrazia e il Passaggio in Universal Record 

Nel 2008 viene pubblicato ” Benvenuti nella Giungla “, mixtape prodotto da Don Joe e Deleterio, sulle tracce possiamo trovare una enorme quantità di rapper che poi pubblicheranno il loro album ufficiale, un vero e proprio apripista. Sulle tracce Vincenzo da via Anfossi, Marracash, Karkadan, Montenero, Duke montana, Ted Bundy ora Ted Bee, Ensi, Ntò.

Nel 2009 il gruppo firma per la universal e il 5 Giugno 2009 esce Dogograzia, l’album della maturità lavorativa per il gruppo, con feat importanti e di spessore (J-Ax, Terron Fabio dei Sud Sound System), e il rapper d’oltreoceano come Kool G Rap.

Nonostante l’assenza da tv e radio il gruppo diventa pressoché onnipresente, lo possiamo trovare su Playboy, durante una turnee lunghissima, insieme a Biagio Antonacci cantando ” Ubbidirò ” o sul palco dell’Heineken Jammin’ Festival.

Che bello essere noi e i primi  progetti solisti di Guè.

Che bello essere noi, pubblicato il 5 ottobre, l’album debutta alla seconda posizione della classifica italiana degli album preceduto solo da Alessandra Amoroso ( Vincitrice di Amici ). Una sorta di album celebrativo, ormai essere uno dei Club Dogo era simbolo di successo, e come dei veri Re-mida trasformavano in oro ogni partecipazione o Duetto che firmavano.

Il 13 ottobre 2010, il Corriere della Sera dedica all’album una pagina intera sull’edizione nazionale. Il 15 ottobre, La Furia e Pequeno sono ospiti nel programma Le invasioni barbariche in diretta su LA7.
Successivamente partecipano alla trasmissione radiofonica Deejay chiama Italia su Radio Deejay e in televisione ai programmi ColoradoChiambretti Night su Mediaset e altri.

I Progetti soliti 

A fine aprile 2011, i membri del gruppo si cimentano in una serie di progetti solisti: Jake La Furia collabora con Ensi e 2nd Roof Music producendo il singolo 100K, mentre Gué Pequeno pubblica il suo primo album da solista, intitolato Il ragazzo d’oro e che ha visto collaborazioni di artisti hip hop italiani quali Caprice, Caneda, Duellz, Vincenzo da Via Anfossi, Vacca, Baby K ed Emis Killa.

Il 14 giugno 2011 i produttori Don Joe e Shablo pubblicano Thori & Rocce, disco che vede la partecipazione di un gruppo di artisti rappresentanti tutta la scena italiana tra i quali, oltre i Club Dogo e alcuni artisti della Dogo Gang, anche Duellz, Fabri Fibra, DJ Shocca, Bassi Maestro e altri. Il primo singolo è Le leggende non muoiono mai con Noyz Narcos, i Club Dogo, J-Ax, Marracash e Fabri Fibra.

Nel 2012 l’instancabile Gué Pequeno pubblica il mixtape Fastlife Mixtape Vol. 3 .
Il mixtape vanta alcune collaborazioni all’interno della Dogo Gang e al di fuori del collettivo, come ad esempio Ensi, Zuli, Ntò, Fedez, Emis Killa, alcuni nomi sono ricorrenti, ma questo è forse l’album solista dove Cosimo si distacca dal classico Rap e si presenta come un Business Man nel mondo della musica.

Noi siamo Il club e il successo in radio grazie a P.E.S

IL 7 giugno 2012 è uscito il sesto album in studio del gruppo, intitolato Noi siamo il club, sempre sotto etichetta Universal, 

Il gruppo partecipa successivamente all’album Hanno ucciso l’Uomo Ragno 2012 di Max Pezzali cantando nella canzone Con un Deca.  
Il singolo P.E.S. è stato certificato disco di platino per gli oltre 30.000 download; a marzo 2013 l’album è stato certificato disco di platino per le oltre 60.000 copie vendute.
Il 3 aprile 2013 il loro canale YouTube è stato chiuso a causa di «ripetute o gravi violazioni della norma di YouTube che vieta i contenuti studiati per molestare, vessare o minacciare.  Il canale è poi stato ripristinato qualche giorno dopo.

Il 5 aprile 2013 arriva il secondo album solita ufficiale,  pubblicando su iTunes Business, il primo singolo estratto del secondo album solista di Gué Pequeno, intitolato Bravo ragazzo.
Il 29 ottobre invece viene pubblicato Musica commerciale, primo album solista di Jake La Furia che riscuoterà un discreto successo nelle vendite.

Non siamo più quelli di Mi Fist e i Club Dogo Oggi

Il 9 Settembre viene pubblicato ” Non siamo più quelli di Mi Fist ” con i feat di Cris Cab, Entics, Arisa e Lele Spedicato dei Negramaro.

L’album, certificato disco d’oro in Italia alla fine di ottobre 2014 per aver raggiunto la soglia delle 25.000 copie vendute, è stato promosso anche da altri due singoli: Sai zio, uscito il 7 novembre,  e Start It Over, realizzato in duetto con Cris Cab ed entrato in rotazione radiofonica a partire dal 27 marzo 2015. In quest’ultima data i Club Dogo hanno annunciato una ristampa dell’album costituita da tre CD e un DVD, denominata Non siamo più quelli di Mi fist – The Complete Edition.


Il 19 maggio 2017 esce Vile denaro 10th Anniversary, versione speciale che celebra il decimo anniversario dell’album del 2007 Vile denaro con tracce rimasterizzate e remixazate.
Il 27 giugno, durante la promozione del proprio album solista Gentleman, Gué Pequeno ha dichiarato in un’intervista alla testata svizzera Ticinonline che una reunion dei Club Dogo allo stato attuale è improbabile, in quanto tutti gli artisti sono soddisfatti dal proprio percorso solista, mentre poco dopo Jake ha ribadito che ad ora una uscita di un nuovo album sembra essere un sogno abbastanza lungo, ma che sul contratto che hanno con l’universal è presente ancora un disco da sfornare.

 

Autore dell'articolo: clubhiphop

5 commenti su “La storia dei Club Dogo 2002-2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *