Connect with us

Nuovi Video

Anna pubblica SQUEEZE #1 / Guarda Il video

Published

on

Torna Anna, e torna in grande stile con una traccia e video ufficiale che mette una forte acquolina in bocca, un forte antipasto che potrebbe essere l’ovvio preludio di una maturità artistica anche figlia delle influenze artistiche e delle vicinanze ai numerosi artisti della scena.

La produzione è affidata a Young Miles, la base è una manta nei denti che sicuramente si stacca dai singoli precedenti, è una produzione matura ma che si sposa perfettamente al Flow della giovane.

Crediamo sia arrivata l’ora di smetterla di affiancare bando ad Anna, non ad questa Anna che sicuramente ha alzato il proprio livello in questo nuovo brano.

Testo Squeeze

[Intro]
Young Miles
Ah-ah, ah-ah, ehi, ANNA

[Strofa 1]
Tuta nera, tutta scema la tua tipa, su
Da Milano al Sud, e l’Italia non basta più
Mi tatuo [?], penso: “Che cazzo ne sai tu?”
L’ho messo in culo a voi, per questo mo vi brucia un po’ di più
“Oddio, ANNA l’ha detto for real”
Serpi mi offrono da bere, ma è sangue, non è sangria
Si portan gente in studio, io ho detto: “Mandali via”
Certi dicon: “Malavita” con il padre in polizia, mamma mia, ah
Belle tipe, giù riunite, mezze scemunite
Cazzo dite? Non servite, quindi non venite
Non far musica, continua far la meretrice
Primo genitrice di ‘ste bitches, faccio baby sitter
Mi-Mi vedi, drippi con le chains, scrivo hit sopra a ‘ste base
Che vi chiudo nelle cage, non sei vero, hai quattro face
Ti senti dentro Scarface, bene, scemo, sarò straight
Levati dal cazzo, no, ma dammi tutto il cash you made
Ho speso un K da Sephora, il budget non si sfora
Non so dove sarei se fossi restata a scuola
Ricordo solo il prof che mi diceva: “Anna, stai buona”
Mo faccio l’appello, alza la mano che ho detto: “Cogliona”

Raga, ma quello è Young Miles
2021
Ehi, ANNA

[Strofa 2]
Nuovo giorno con nuova tuta (Ehi)
Passi tu qua, la gente sputa
Faccio jolla, la metto tutta
Qualche infame che non saluta
Non ho regole e manco orari
Schiaffi in faccia, rosso Ferrari
Fatti forte in mezzo agli squali
Se no qua ti rendon schiavi
Mami, non siam pari
Chiami, rispondo domani
Chiari, siam stati chiari
Sali, paghi, poi vai
Pensa che la disso
Anche se tra me e lei c’è un abisso
Faccio ballare tipo Pistols
Mi fotte del ragazzo fisso
Meglio di loro, quindi sono tristi
Scusa, è che a volte il mio ego ha coraggio
Rabbia repressa buttata nei dissing
E a volte penso ‘ste mani mi mangio
Ma non è stato facile, persone acide
Distruttive per un’anima fragile
C’ho da dire cose che ho scritto in pagine
Se hai da dire, manda a me, no al mio management
ANNA non parla con troie e snitch
Fanculo chicks, succhiano dicks
Quanti giudican per la taglia dei jeans
E va di moda farsi di coca e pills
Sa-Sa-Salvati tu, non chiedere a ‘ste merde
Chi c’è bene, chi non c’è non mi serve
Tu non c’eri quando mamma era al verde
E quando rubavamo [?] sopra al server

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Nuovi Video

“Almeno Noi” guarda il videoclip di Sercho

Published

on

Dal 27 aprile 2022 è disponibile su YouTube il videoclip di ALMENO NOI, brano estratto dall’ultimo album di inediti SER firmato dall’artista romano SERCHO, pubblicato lo scorso settembre in digitale per Believe.

Un album in cui Sercho lascia trasparire tutta la sua vera essenza: i quindici brani della tracklist di SER sono legati insieme da una narrazione profonda e intensa, filtrata dal suo sguardo vigile e capace di scrutare al di sotto della superficie la realtà che lo circonda.

Le parole chiave del quarto progetto in studio dell’artista sono tenacia, sacrificio (come suggerisce la ferita che compare sul viso nella cover dell’album) e spiritualità. Proprio quest’ultima nel videoclip di ALMENO NOI, scritto e diretto dallo stesso Sercho insieme a Lorenzo Nafissi, si traduce in immagini che rappresentano non solo il concept di tutto l’album (oltre ad essere la radice del nome dell’artista, SER in spagnolo significa “essere”, accentuando l’importanza dell’autenticità a discapito dell’apparenza), ma anche i princìpi che guidano l’arte di SERCHO, fra bisogno di introspezione e voglia di dimostrare a tutti quanto si vale. Immerso nella sua Roma, che si scorge nei frame della clip immortalando momenti di quotidianità fra le strade della città e i suoi protagonisti, SERCHO si sofferma sui volti di persone comuni (fra cui anche la nonna dell’artista).

Il loro destino, così come quello del rapper, è legato alla resistenza che si rafforza affrontando sacrifici e delusioni. È lo stesso motore che dà all’artista la spinta per andare avanti e fare sempre un passo in più verso i suoi obiettivi, aiutato dalla fiducia in un Dio che ha per tutti noi un piano di salvezza.

Fede e strada, spiritualità e vita reale che dentro Roma si respirano a pieni polmoni. Tanti i simboli disseminati nel videoclip così come le citazioni cinematografiche spagnole: tutto si riflette nelle parole di SERCHO, che nel brano oppone gli ostacoli, i pericoli e i “serpenti” della vita al bisogno di trovare l’equilibrio per sopportare gli alti e bassi della quotidianità non sempre rosea.

“Salva almeno noi, da questo mondo violento senza santi né supereroi Dio ti prego salva almeno noi, lascia un sorriso sul viso di chi amo poi fai come vuoi”

L’artista romano completa, con questo nuovo videoclip, uno dei suoi brani più intimi dimostrando ancora una volta la sua rara capacità di saper mettere da parte le autocelebrazioni per lasciare spazio all’amore per la musica e a messaggi che valicano i confini del proprio ego.

ALMENO NOI segue la pubblicazione degli ulteriori estratti video dell’album, come Ora lo so, Un cuore in due anime, Meridio e Bella!, quest’ultimo in featuring con Gemitaiz, unico ospite di SER.

https://www.youtube.com/watch?v=913NLWWot9Y
Continue Reading

Nuovi Video

Slava X Real Talk Special | La guerra del Donbass portata sulle barre

Published

on

Esce oggi su YouTube “Slava X Real Talk Special”, il nuovo brano di Slava, rapper italiano di origine ucraina.

Il brano parla della guerra nel Donbass, è stato scritto a gennaio scorso, quando il conflitto in Ucraina era ancora circoscritto nella regione orientale, e racconta la guerra attraverso gli occhi di chi la vive.

La produzione musicale del brano è di FLXW e Clockbeats, la regia del video, prodotto da Real Talk, è di Gianluca Bonici e Flavio Mocka.

Vyacheslav Vlodimirovich Yermak, in arte Slava, nasce nel 1994 a Kharkov in Ucraina, dove vive con la madre, la zia e la nonna. A causa della situazione economica difficile, la famiglia decide di trasferirsi in Italia, dove Slava cresce dall’età di 10 anni, prima frequentando le scuole dell’obbligo in un paesino sul lago d’Iseo, poi continuando a studiare in un liceo scientifico di Brescia.

Appassionato di musica, nel 2014 inizia a farsi notare con le prime canzoni. Nel 2016 pubblica l’autoironica “Pota Figa Alura Enculet” featuring Frah Quintale con cui ottiene una prima visibilità rilevante che, successivamente, conferma con altri singoli come “Quartieri del Sonno”. In seguito, con il producer Drillionaire pubblica 9 singoli, firma un contratto con Believe e inizia a suonare con costanza dal vivo, così nel 2019, dopo 5 anni, decide lasciare il lavoro in fabbrica per puntare tutto sulla musica. A inizio 2020 pubblica il suo primo album, “Equilibrio”, ma la promozione si rivela problematica a causa della pandemia. L’idea del secondo album arriva nell’estate 2021 in seguito a un evento molto importante nella sua vita: il 29 luglio 2021 diventa ufficialmente cittadino italiano.

Da qui nasce il concept di un disco interamente dedicato al suo Paese d’origine, un omaggio e allo stesso tempo un addio alla madrepatria. Il titolo è “Dasvidania/До Свидания”, che in russo vuol dire “arrivederci”.

 A inizio febbraio 2022 il disco è pronto per uscire, l’uscita è fissata per il 18 marzo 2022 ma gli eventi fanno posticipare tutto… Il 14 febbraio Slava e alcuni suoi collaboratori hanno i posti prenotati su un aereo diretto a Kharkov per le riprese di tre videoclip ma, a causa dell’intensificarsi delle tensioni fra Russia e Ucraina, la compagnia annulla il volo. La notte del 24 febbraio scoppia la guerra e Slava realizza presto che quel viaggio avrebbe potuto rappresentare l’ultima occasione per visitare i quartieri natali ancora integri, visto che Kharkov inizia a essere bombardata senza tregua.

Da qui in poi Slava comincia a documentare gli accadimenti attraverso il proprio profilo Instagram diventando, insieme all’amico Vlad Kirilov (influencer di origine russa), uno dei principali punti di riferimento sui social network italiani per gli aggiornamenti sul conflitto in Ucraina. Vari programmi della TV nazionale notano il suo modo di raccontare la guerra e lo invitano in trasmissione per parlare della sua storia.

Continue Reading

Nuovi Video

“Due Spicci” il nuovo video di Vegas Jones

Published

on

È online da oggi il videoclip ufficiale di “DUE SPICCI” (Epic/Sony Music Italy), il nuovo singolo del rapper VEGAS JONES, prodotto dalla coppia di producer ICON808 efuori da venerdì 5 novembre.

Il videoclip, potente ed evocativo, è diretto da Enea Colombi, giovane regista tra i più ricercati nel panorama musicale italiano e che vanta collaborazioni con alcuni degli artisti più influenti. Protagonista assoluto del video è l’artista che si confronta con sé stesso, attraverso le rime taglienti, faccia a faccia con il suo vissuto personale e il futuro da intraprendere.

“DUE SPICCI” segna il ritorno fiero e profondo di VEGAS JONES, considerato uno degli artisti della nuova generazione hip hop che meglio coniugano la tecnica tipica del rap a uno storytelling unico e riconoscibile. Il singolo giunge a un anno di distanza dalla pubblicazione dell’Ep “Giro veloce”, contenente sette brani realizzati con sei grandi ospiti della scena hip hop italiana, e dopo aver ottenuto il Disco d’Oro per l’album “La bella musica”, pubblicato nel 2019.

Il nuovo brano è impreziosito dalla produzione affidata agli ICON808, due artisti, autori e produttori che sentono di poter esprimere la loro musica senza schemi e limiti. Marco Salvaderi e Lorenzo Santarelli hanno una filosofia ben precisa, il loro lavoro è mosso da un approccio analitico nei confronti dell’idea musicale, che molte volte nasce da un’ispirazione o un’intuizione particolari, ma che affondano sempre le radici sia in una cultura musicale che arriva da lontano – dalla classica al jazz, fino al rock – sia nell’hip hop contemporaneo. 

Continue Reading

Trending

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.