Connect with us

Emergenti

“Clerville”, il primo singolo di Crotti B ispirato al mondo di Diabolik dal 27 novembre.

Published

on

Esce su tutti i digital store il 27 novembre “Clerville”, il nuovo singolo dell’MC milanese Crotti B per Noise Symphony (distribuzione Pirames International).

Leggi tutto l’articolo per leggere l’intervista a Crotti B

Clerville nasce dalla volontà di tornare ad essere il bambino che divorava Diabolik in spiaggia. Uno al giorno non bastava, ogni mattina ne comprava una nuova copia in edicola pronto a leggerlo sotto l’ombrellone.

In “Clerville”, il rapper milanese Crotti B, alter ego del 18enne Cristian Cavalli, racconta di quanto sia difficile avere la nomea del tipo rude. Il suo modo di abbigliarsi e di atteggiarsi sono mezzo di discriminazione in ambito lavorativo e talvolta anche con le ragazze con cui si approccia.

Anche Crotti è un ladro: di parole, di mode, di cuori e di pensieri. E per quanto Clerville sia un posto propriamente ed esclusivamente immaginario, lì c’è una villa dove progetta di svaligiare anche i tuoi pensieri attraverso la sua musica.

Un percorso precoce che ha già trovato una casa con l’etichetta romana Noise Symphony, saprà svelare gradualmente lasciando sempre un qualcosa che lasci il pubblico in attesa del prossimo pezzo, sul prossimo furto.

L’intervista a Crotti B

É appena uscito il tuo primo singolo “Clerville”. Di cosa parla il brano?
“Clerville è un brano significativo per me perché racchiude molti punti impliciti che mi descrivono, a volte critiche, a volte denunce verso quello che sono.Come dico nel brano “Non dormo le notti per essere quello di tutti i giorni” e anche “ sono un semplice pelato come Rudi”. Sono queste le frasi che descrivono maggiormente il significato del brano che comunque si cela dietro la maschera di un fantomatico personaggio che è Diabolik, che è stato il mio mito d’infanzia e che mi descrive come rapper più che come persona.Oltre al fatto che considero Clerville come la cittadina di luci e ombre che descrive perfettamente l’ambiente in cui vivo e la società, caotica e contemporanea in cui ci troviamo.”

Sei un divoratore di Diabolik?
“Fui assolutamente un divoratore di Diabolik. Ad oggi un po’ meno, ma sicuramente il personaggio del ladro gentiluomo ha lasciato il segno, tant’è che mi ritengo un ladro di parole, come dico nella canzone.”

Come nasce la tua passione per il rap?
“La passione per il rap nasce fin da piccolo. Gli Articolo31 che mi faceva ascoltare mio zio hanno sicuramente inciso nell’innestare in me un sintomo di curiosità che poi mi ha portato verso l’ascolto dei Club Dogo e di Marracash.MTV SPIT è stata forse la prima onda che mi ha spinto verso l’oceano della musica vera e propria. Ricordo quando, con un mio amico, facevamo le battaglie Freestyle a 10/11 anni nel bagno di casa sua subito dopo aver sentito rappare personaggi come Rancore, Clementino ed Ensi.Poi diciamo che io sono sempre stato un mezzo scrittore. Essendo molto timido nel periodo di infanzia scrivevo le mie idee, i miei pensieri, magari anche le cose che non riuscivo a dire, su carta. E quindi il rap è diventata la mia liberazione, la mia voce, una necessità di cui non posso fare a meno, l’unico mezzo per raccontarmi che sento efficace.

In questo strano 2020 sei entrato a far parte dell’etichetta Noise Symphony. Come nasce la collaborazione e cosa sta portando al tuo percorso artistico?
“Con Noise Symphony nasce una collaborazione veramente molto bella e particolare. Io ho semplicemente inviato un mio brano chiedendo maggiori informazioni riguardo l’etichetta e mandargli una demo.In Noise Symphony ho trovato veramente una famiglia, che è difficile al giorno d’oggi, soprattutto nel mondo della musica. Ho avuto già altre esperienze con altre case discografiche ma devo dire che non c’è paragone per il livello di professionalità e di concretezza nella sintonia necessaria nel  lavoro e nella realizzazione dei progetti. Sono assolutamente soddisfatto e penso e spero che la nostra collaborazione sia durevole.”

Hai altri brani in cantiere da farci ascoltare?
“Ho assolutamente altri brani in cantiere e con il mio Team stiamo lavorando per trovare il miglior modo per valorizzarli al meglio. Quindi aspettatevi molte novità, perché Clerville è solo un assaggio.”

Un featuring dei sogni quale sarebbe?
“Senza nemmeno pensarci direi Jake La Furia”

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenti

Drimer pubblica “Carattere”, il singolo che anticipa il mixtape “Scrivo ancora 2”

Published

on

Da oggi è disponibile in digitale “Carattere”, il nuovo singolo di Drimer per Gold Leaves Academy e distribuito da Believe. Il brano anticipa l’uscita, prevista per il 2023, del nuovo mixtape del rapper classe 95, “Scrivo Ancora 2”.

Il brano si apre su un giro di pianoforte malinconico suonato dalla pianista veneta Sofia Andreoli e su cui, a un certo punto, si sovrappone un potente beat di Ric de Large, collaboratore di lunga data di Drimer. Su questa produzione musicale dalla doppia anima, l’artista trentino si lascia andare a una serie di riflessioni intime, ripercorre la sua storia da quando era bambino fino a oggi e si apre ulteriormente con il pubblico esprimendo il suo punto di vista sulla situazione attuale della musica italiana e dell’Italia in generale.

Anche per questo “Carattere” rappresenta la giusta introduzione alle atmosfere di “Scrivo Ancora 2”, un mixtape molto differente rispetto al capitolo precedente, su cui Drimer si espone svelando anche alcuni aspetti molto personali.Drimer (1995), nome d’arte di Francesco Marchetti, è originario di Cles (Trento) e dal 2018 vive a Milano. Si avvicina al rap con il freestyle, specialità in cui eccelle e grazie a cui si fa notare fin dai tempi delle scuole superiori e grazie a numerose partecipazioni e vittorie nei principali contest nazionali (Mic Tyson, Tritolo, Tecniche Perfette).

Continue Reading

Emergenti

KEVIN MOPAO pubblica “Superstar”

Published

on

Da oggi è disponibile in digitale “Superstar” ), il nuovo singolo di Kevin Mopao per Virality distribuito da Altafonte. La produzione musicale, ispirata a “Super Gremlin” di Kodak Black, è di AL1MUSIC, il direttore artistico di Virality, nuova etichetta indipendente fondata a Milano da Alex Boyo.

Kevin Mopao nasce a Padova nel 1994 da genitori di origine congolese e con il suo rap racconta la cruda realtà che ha vissuto in strada, nei quartieri popolari dove è cresciuto. “Superstar” si ricollega al precedente singolo, “Padova”, perché con il suo flow pacato Kevin Mopao esprime amarezza, orgoglio e un sentimento di rivalsa rispetto a un passato difficile che descrive senza mezzi termini. Il suo intento è quello di far conoscere, tramite il rap, il punto di vista di chi è nato in Italia da genitori stranieri e vive in situazioni di disagio trovandosi immischiato nella microcriminalità.

Così Alex Boyo, cresciuto insieme a Kevin Mopao, racconta il contesto che ha ispirato la scrittura di questo e degli altri brani a cui sta lavorando il team di Virality: “Posso dire senza problemi che proveniamo dai quartieri delinquenti di Padova ma, nello stesso tempo, che ne rappresentiamo il progresso! Io, Kevin e i nostri amici siamo figli del crimine e dell’immigrazione clandestina, infatti non è un caso che siamo nati quando via Anelli, a Padova, era il cuore di tutti gli illeciti tra immigrati clandestini, dallo spaccio al traffico di esseri umani e molto altro. I nostri genitori ci hanno sempre nascosto tutto, ma ora che siamo cresciuti la realtà è evidente. Alcuni di noi sono nati per fare in modo che i nostri genitori potessero avere case dal comune e documenti, e vi domandate perché molti, poi, finiscono in strada? La mentalità imperante degli ambienti dove siamo cresciuti voleva che galera e morte fossero la carriera da fare e ancora adesso ai ragazzi del nostro giro stanno dando anni come caramelle, alcuni hanno preso ergastoli… ma per cosa poi? Tutto questo purtroppo non è un film ma la nostra quotidianità e con la musica abbiamo appena iniziato a raccontarla”.

Sia “Superstar” sia “Padova” portano avanti con coerenza il percorso di Kevin Mopao che in questi ultimi anni si è fatto notare proprio per lo stile diretto con cui racconta storie di strada reali nei suoi testi. Tra gli artisti con cui ha collaborato ci sono il compianto Nigga Dium, Rayan & Intifaya, Vale Bronson, Tony Boy, Barracano e Mr Rizzus, altro rapper del roster di Virality.

Continue Reading

Emergenti

Gabbo pubblica il nuovo EP “Maybe The Next Time”

Published

on

Dal 25 novembre 2022 sarà disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale “Maybe the next time”, il nuovo EP di Gabbo dal quale è estratto il singolo in rotazione radiofonica “Tu come fai”.


“TU COME FAI”, focus track del nuovo EP di Gabbo, vede le collaborazioni di Ugo Crepa, Calmo e PeppOh, con Squarta in cabina di regia alla produzione insieme allo stesso Gabbo.

Una delle tracce più introspettive del progetto in cui prevale la magia del basso, elemento fondamentale attraverso il quale vengono esaltati gli esercizi di stile dei rapper presenti. Un vero e proprio  tripudio di flow e attitudine in cui il concetto passa in secondo piano.

“Tu come fai” sintetizza al meglio il concept di “Maybe The Next Time”. Il nuovo EP di Gabbo è caratterizzato da una forte matrice rap che rispecchia a pieno i gusti e le influenze del produttore italiano, amante della black music a 360 gradi.

Dichiara l’artista a proposito della nuova release:“Da sempre a casa si ascoltava black music ed è stato fondamentale; jazz, soul, funk, R&B e dance music la facevano da padrone nelle mura di casa nostra. Credo sia proprio questo il motivo per cui il sound Black è quello che mi esce naturale e che mi rappresenta maggiormente. Ho voluto fare  tutto questo insieme ad amici che amo e stimo, mio fratello Squarta ed i  talentuosi Ugo Crepa, PeppOh, Luca Notaro e Calmo

Biografia

Gabbo, pseudonimo di Gabriele Centofanti è un bassista e produttore italiano. Nato in una famiglia di musicisti, Gabbo inizia a suonare il basso elettrico a 15  anni. Poco dopo inizia la sua attività concertistica con diverse formazioni spaziando  tra vari generi musicali (dalla classica al rock , passando per il funk e il pop) fino  ad arrivare al rap, genere del quale diventa uno dei maggiori esponenti musicali  grazie alla collaborazione iniziata nel 2006 e tutt’ora in essere con la band  storica romana dei Cor Veleno, formata in origine da Primo Brown, Grandi  Numeri e Squarta e diversi anni dopo anche da Gabbo stesso.

Spotify   Instagram

Continue Reading

Trending

Copyright © 2022 ClubHipHop. elab13.it Project, powered by WordPress.